Benvenuto in MEDI Center Bustese

SERVIZI

MEDICINA ESTETICA

Medicina estetica

Botulino
Trattamento indicato per la correzione di rughe mimiche del terzo superiore del viso. Il trattamento viene eseguito in ambulatorio e dura circa 15-20 minuti. Prima dell'esecuzione, il medico valuterà attentamente la morfologia e la dinamica della muscolatura del viso. La tossina botulinica viene iniettata con una piccola siringa in minime quantità all’interno dei muscoli mimici, quelli da cui si originano le rughe d’espressione da eliminare. Il viso dopo il trattamento si presenta leggermente arrossato dove è stata effettuata l'iniezione, ma solo per pochi minuti. Occasionalmente vi può essere un livido che però tende a riassorbirsi in pochi giorni. La ripresa di tutte le normali attività è immediata. Si cominciano a vedere i primi risultati apprezzabili dopo circa 2-3 giorni e dopo 10-15 giorni si raggiunge il massimo effetto. I risultati durano per altri 4-5 mesi, e poi scompaiono gradualmente.

Botulino per iperidrosi
L'iperidrosi (eccessiva sudorazione) si verifica per l'eccessiva funzionalità delle ghiandole sudoripare eccrine, la cui azione è regolata dal sistema nervoso autonomo. La tossina botulinica, bloccando il rilascio dell'acetilcolina, il neurotrasmettitore che "aziona" le cellule ghiandolari, ne inibisce la funzione. Il trattamento dell'iperidrosi con tossina botulinica si è dimostrato una valida alternativa a metodiche più invasive (simpatectomia, trattamenti laser…) La tecnica consiste in una serie di iniezioni intradermiche di tossina botulinica sulla superficie interessata: ascella, palmo della mano o pianta del piede, queste ultime due risultano abbastanza fastidiose pertanto è opportuno anestetizzare l'area, almeno con crema anestetica o raffreddamento. Al termine del trattamento il paziente può tornare immediatamente alle proprie attività. L'effetto inizia dopo circa due giorni, raggiunge l'apice in 2 settimane circa e dura circa 6 mesi.

Filler
I fillers dermici sono dispositivi medici iniettabili a livello del derma cutaneo per riempire rughe o avvallamenti, per aumentare il volume di labbra o zigomi o per ridefinire il profilo del viso. La maggior parte dei fillers utilizzati attualmente sono a base di acido ialuronico, una molecola assolutamente biocompatibile e riassorbibile, in quanto componente naturale del corpo umano Con l’iniezione di fillers possono essere trattati diversi inestetismi: attenuazione dei solchi nasolabiali, delle rughe della bocca e del contorno occhi, aumento di volume e rimodellamento delle labbra, aumento degli zigomi, correzione di avvallamenti e depressioni del viso, esiti di acne, esiti di cicatrici, riduzione del solco lacrimale.

Biorivitalizzazione
Attraverso l'iniezione di sostanze come acido ialuronico, vitamine, e aminoacidi si inducono processi di idratazione cutanea e si stimola la produzione di collagene ed elastina. Il risultato è una pelle più luminosa, idratata ed elastica. Questo trattamento è chiamato biostimolazione o biorivitalizzazione. Nella biostimolazione viene utilizzato un ago estremamente sottile e corto col quale si eseguono una serie di piccoli inoculi a livello del derma, con tecnica analoga alla mesoterapia. Il dolore durante il trattamento è lieve, al limite è possibile aiutare i pazienti più sensibili con l'applicazione di freddo sulla zona a trattare oppure, in casi rari, con l'applicazione di crema anestetica 30-40 minuti prima del trattamento. Nell'immediato postrattamento possono essere visibili piccoli pomfi per qualche ora, o possono comparire piccoli ematomi, dovuti all'accidentale rottura di un vaso, che scompaiono nell'arco di pochi giorni.

Biorivitalizzazione con PRP
PRP è l’acronimo di Plasma Ricco in Piastrine, ossia un concentrato piastrinico che rilascia importanti biomolecole utili per ringiovanire la pelle. Il risultato è una pelle più luminosa, idratata ed elastica. Si tratta di una procedura poco invasiva eseguita con minimo disagio e perdita di tempo. Una piccola quantità di sangue del paziente (circa 20 cc) viene estratta e lavorata in loco per produrre una soluzione che contiene un'alta concentrazione di piastrine e fattori di crescita. Questa soluzione viene poi reiniettata grazie a sottilissimi aghi nella pelle del viso o nel cuoio capelluto (come una tradizionale biorivitalizzazione) Dopo una visita preliminare, effettuata dal nostro chirurgo plastico, si procede con la prima seduta di trattamento PRP che ha effetti diversi in base alle zone su cui viene effettuato Solitamente vengono effettuati pacchetti di 5/6 sedute mensili.

Anticaduta capelli con PRP
PRP è l’acronimo di Plasma Ricco in Piastrine, ossia un concentrato piastrinico che rilascia importanti biomolecole utili per contrastare la caduta dei capelli e stimolarne la ricrescita. Si tratta di una procedura poco invasiva eseguita con minimo disagio e perdita di tempo. Una piccola quantità di sangue del paziente (circa 20 cc) viene estratta e lavorata in loco per produrre una soluzione che contiene un'alta concentrazione di piastrine e fattori di crescita. Questa soluzione viene poi reiniettata grazie a sottilissimi aghi nella pelle del viso o nel cuoio capelluto (come una tradizionale biorivitalizzazione) È fondamentale una visita preliminare, effettuata dal nostro chirurgo plastico, per valutare l’idoneità del trattamento Solitamente vengono effettuati pacchetti di 5/6 sedute mensili.

Fili PDO
Una delle più recenti innovazioni nel campo del ringiovanimento cutaneo consiste nell'utilizzo di fili riassorbibili in Polidiossanone (PDO). Questi strumenti sono da anni già impiegati in chirurgia cardiovascolare, oculistica e pediatrica a riprova della loro sicurezza e biocompatibilità.

Distinguiamo due tipi di fili:

  • fili biostimolanti questi fili vengono inseriti nel derma mediante aghi guida, senza ancore o suture. Una volta depositati i fili esercitano sul derma circostante una costante azione di stimolo alla proliferazione di collagene endogeno. Il risultato è un progressivo effetto di turgore e distensione delle rughe estremamente naturale e graduale. Il risultato inizia ad essere evidente dopo un tempo di circa 3 settimane e perdura circa 12 mesi. Trovano impiego in moltissime aree come viso, collo, decolleté, braccia, addome, glutei, cosce.
  • fili di trazione: si tratta di fili dotati di dentelli bidirezionali grazie ai quali aderiscono al piano sottocutaneo. Si impiantano ad un livello più profondo dei fili biostimolanti ed esercitano un effetto liftante più importante. Sono indicati ad esempio per sollevare la zona delle guance, le rughe della marionetta, i cedimenti del collo o per rimodellare il profilo mandibolare. In molti casi la combinazione dei due tipi di fili garantisce i risultati più soddisfacenti.
Il PDO è un materiale totalmente biocompatibile e viene completamente riassorbito in un lasso di tempo di circa 6 mesi. L'effetto visivo perdura comunque più a lungo (12 mesi circa), grazie alla produzione di collagene endogeno determinata dal filo. Non vi sono effetti collaterali rilevanti, salvo la possibilità di piccoli ematomi, comunque transitori. Dopo il trattamento è possibile tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane.

LASER
Laser vascolare
Trattamento indicato per capillari dilatati di viso, tronco e arti, soprattotto cosce e gambe, angiomi puntiformi e stellati… Il laser Nd-YAG 1064 nm con la sua peculiare lunghezza d'onda consente la penetrazione attraverso la cute fino a 3-4 mm di profondità. Inoltre lo scarso assorbimento da parte della melanina riduce al minimo il possibile "danno collaterale" epidermico anche nei fototipi alti. Questo sistema consente di trattare compresi fra 0,5 e 3 mm. E' usato per il trattamento delle teleangectasie e delle vene reticolari degli arti inferiori. Il numero di sedute richieste per i più comuni inestetismi a genesi vascolare varia in genere da 1 a 3. Il trattamento implica in genere un leggero fastidio assolutamente sopportabile e consente di tornare immediatamente alle attività quotidiane. E' importante la fotoprotezione delle aree trattate.

Resurfacing CO2
Fino a pochi anni fa l’unico rimedio per combattere i segni dell’invecchiamento, come rughe e macchie solari, era l’intervento chirurgico. Successivamente sono state sviluppate tecniche alternative laser, anche queste però comportavano lunghi tempi di guarigione ed un rossore persistente per molti giorni. La vera rivoluzione è stata quando sono state inventate le apparecchiature che riducono enormemente i tempi di guarigione, garantendo tuttavia un ottimo risultato: il Resurfacing Frazionato Micro-Ablativo con laser a CO2 La pelle di ogni paziente dovrà comunque essere studiata attentamente perché ogni caso necessita un trattamento personalizzato e dovrà essere deciso se utilizzare un laser ablativo o non ablativo, terapia medico rigenerativa o talvolta chirurgica. È inoltre ideale per trattare anche le aree finora considerate “proibite”, come il collo, il decolletè, l’area perioculare, le mani, l’interno braccia e l’interno cosce. La guarigione risulta rapida, a seconda della potenza utilizzata varia da poche ore al massimo a 2-3 giorni, non avremo problemi che spesso insorgono dopo l’utilizzo di altri laser, come dolore, edema ed eritema prolungati. Può comparire un modesto rossore e gonfiore di entità variabile che si risolve in pochissimi giorni. Il trattamento dura circa 30 minuti e risultati immediati saranno visibili anche dopo una sola seduta. L’unica precauzione raccomandata è di utilizzare un’adeguata protezione solare per alcune settimane dopo il trattamento.

Rimozione tatuaggi e macchie
Il principale problema che si presentava solitamente in passato, per la rimozione o cancellazione di un tatuaggio, era rappresentato dalle cicatrici che la dermoabrasione (meccanica o con laser CO2) lasciava sul corpo. Da alcuni anni è però presente sul mercato il laser Q-switch che è in grado di eliminare i tatuaggi senza lasciare cicatrici dopo il trattamento. Una netta evoluzione per la sua specificità di bersaglio è costituito dal laser q-switched, utilizzando una lunghezza d'onda di 532 o 1064, si possono infatti trattare quasi tutti i tatuaggi e gran parte delle lesioni pigmentate. Dal laser Q-switch vengono emessi impulsi inferiori a un millisecondo che colpiscono selettivamente il melanosoma, l'organulo cellulare contenente la melanina. I trattamenti consistono in varie sedute distanziate tra loro di alcune settimane tra l'una e l'altra, in particolare se la dimensione del tatuaggio è piuttosto estesa saranno necessarie 4-5 sedute circa. Ciascuna seduta non è particolarmente dolorosa, ma si avverte una sensazione di fastidio, simile allo schiocco di un elastico sulla pelle. Il trattamento avviene in più sedute distanziate di alcune settimane l'una dall'altra. Se la lesione copre una vasta area, si può eventualmente trattarlo in più sedute, generalmente con 4/5 sedute si riesce a raggiungere la completa cancellazione del tatuaggio. Per le macchie cutanee servono solitamente 1 o 2 sedute e per zone ampie come le il dorso delle mani può essere utilizzata una luce pulsata UPL.

Asportazione non chirurgica di lesioni cutanee
Oggi è possibile rimuovere una grande varietà di neoformazioni benigne ed inestetismi senza ricorrere al bisturi grazie ai laser CO2 e ai sublimatori dermici che sfruttano la tecnologia del plasma. Si tratta di una tecnologia in grado di erogare una grossa quantità di calore focalizzandolo su aree piccolissime di tessuto. Le neoformazioni antiestetiche vengono rimosse con precisione e con il risparmio della pelle circostante.

ALCUNE APPLICAZIONI

  • Cheratosi seborroiche
  • Nevi dermici benigni
  • Verruche virali
  • Fibromi penduli
  • Papule fibrose
  • Iperplasie sebacee
  • Xantelasmi e grani di miglio
  • Angiomi rubino
  • Lassità cutanee palpebrali
Si tratta di una seduta ambulatoriale piuttosto rapida. Nel caso di lesioni di grandi dimensioni può rendersi necessaria l'applicazione di anestetici in crema o di una piccola infiltrazione locale. Per alcuni giorni possono permanere eritema, lieve gonfiore nella zona trattata e alcune crosticine.

Blefaroplastica non chirurgica: è un trattamento ambulatoriale delle lassità cutanee palpebrali di grado lieve o moderato. Si avvale della tecnologia dei laser CO2 e dei sublimatori dermici che sfruttano le caratteristiche del plasma. Questa tecnologia consiste in un manipolo con puntale sterile che, senza entrare a contatto con la cute ma sfiorandola, genera un arco voltaico in grado di erogare una quantità considerevole di energia termica focalizzata su aree piccolissime di tessuto. Il calore provoca la sublimazione degli strati epidermici superficiali e la contrazione della cute palpebrale. Nel contempo il margine di sicurezza è estremamente elevato poiché gli strati profondi del derma sono preservati. Il trattamento si svolge in ambulatorio con anestesia topica o con una piccola infiltrazione. La procedura dura pochi minuti, successivamente si applica una crema riepitelizzante o antibiotica. Dato che il calore coagula istantaneamente i vasi non si verifica sanguinamento. Per alcuni giorni permarrà un lieve rossoree gonfiore e piccole crosticineche solitamente cadono in meno di una setimana. In questa fase è molto importante applicare la protezione solare ed evitare di grattare le croste. Talora può essere necessario effettuare una seconda seduta per migliorare ulteriormente i risultati .

MEDI CENTER BUSTESE

PRENOTAZIONI VISITE ED ESAMI

Prenota ora la Tua visita!

CHIAMA ORA 0331.386028